Avezzano. Da questa mattina riprendere, come annunciato in queste settimane dal manager della Asl Rinaldo Tordera,  l’attività del reparto di Urologia dell’ospedale di Avezzano, dopo la temporanea sospensione dovuta allanecessità di far fruire le ferie al personale. Riprendono quindi anche i ricoveri nel reparto la cui attività, durante il mese di agosto, comprese tutte le urgenze, è stata comunque assicurata a 360 gradi dall’ospedale di L’Aquila.Il ritorno ai consueti assetti di lavoro di urologia, tra l’altro, verrà accompagnato da un’importante novità: l’assunzione a tempo determinato di un altro medico che andrà così ad aggiungersi ai due che già vi lavorano.

“La ripresa dei ricoveri e di tutte le altre prestazioni a Urologia di Avezzano”, dichiara il manager Rinaldo Tordera, “come da noi puntualmente annunciato nelle settimane scorse, spazza via tutte le fantasiose ipotesi ventilate da alcuni sull’intenzione di chiudere il reparto. E’ un’eventualità a cui non abbiamo mai pensato”, aggiunge Tordera, “perché è nostra intenzione non togliere i servizi bensì, nei limiti delle nostre possibilità, aggiungerli e migliorarli. La dimostrazione è l’assunzione in tempi brevi di un terzo medico a tempo determinato che ci consentirà di puntellare l’organico e di dare risposte più adeguate all’utenza. Ormai occorre ragionare in un’ottica di respiro provinciale nel senso che l’obiettivoè assicurare la continuità e i servizi alla gente a prescindere dalla località della provincia in cui si trova l’ospedale o la struttura che li eroga. Un modello organizzativo”, conclude Tordera, “dettato dai tanti vincoli stringenti con cui le Asl devono fare i conti e che non permettono più di alimentare campanilismi tra aree diverse del nostro territorio”.