Avezzano. Gli è arrivato un bollettino da 17mila euro per l’iscrizione all’albo dall’Agenzia delle entrate e ha rischiato di essere colto da un infarto. Per fortuna ha subito capito che era un errore visto l’aggiunto di un paio di zeri. E’ quanto accaduto a un legale marsicano che fortunatamente si è ripreso subito quando ha visto la causale. Riguardava infatti una semplice quota associativa per l’iscrizione annuale all’Albo degli avvocati di Avezzano. Ha capito che non poteva essere e che si trattava di un errore.

Probabilmente l’Agenzia delle entrate, che svolge il servizio di raccogliere le quote associative degli avvocati, ha aggiunto due zeri in più. Due zeri che non sono quelli dei decimali, ma che sono stati messi dopo il 170. L’avviso di pagamento dovrà quindi essere corretto. L’avvocato dovrà comunicare l’errore e l’agenzia delle entrate, probabilmente, se tutto andrà bene,  dovrà mandare un nuovo bollettino, stavolta però con la somma giusta.